Zuppa di patate e piselli rivisitata

Molto probabilmente conoscerai molto bene la classica zuppa di piselli e patate: ogni luogo ha la propria tradizionale ricetta, o meglio ancora, ogni casa ha il suo modo di preparare questa zuppa!

Questo è uno di quei piatti che si mangia rigorosamente bollente, in una ciotola tenuta fra le mani per sentirne meglio il calore, e accompagnata da dei croccanti crostini di pane.

La zuppa che ti propongo è leggermente diversa dalle solite: ho usato la patata dolce che secondo me dona un sapore molto particolare che si sposa bene con gli altri ingredienti.

Piccola nota: a differenza di ciò che normalmente si crede, le patate dolci non sono patate! Le classiche patate che tutti consumano fanno parte della famiglia delle solanacee, mentre le patate dolci fanno parte della famiglia delle convolvulacee.
“Ma a me cosa importa?”.. Ebbene, le patate dolci non contengono solanina, una sostanza che, se assunta in dosi elevate (ma veramente tanto elevate), può risultare tossica. Ad ogni modo la solanina è un glicoalcaloide che in alcune persone può dare problemi intestinali; essa infatti può aumentare la permeabilità dell’intestino, ovvero deteriora la barriera intestinale che è indispensabile al mantenimento di una buona mucosa intestinale e di un’altrettanto buona flora batterica.
A cosa può portare un intestino permeabile? Stitichezza, diarrea, stato infiammatorio sistemico dell’organismo e di conseguenza un sovraccarico del sistema immunitario, dermatite, alterazioni tiroidee, stanchezza cronica e altre cose poco piacevoli.
Questo non è per fare terrorismo psicologico eh, ma è semplicemente un modo per dire: “prenditi cura del tuo intestino”; almeno finché la medicina non avrà trovato un modo per rottamare quello che hai e cambiarlo con uno nuovo.

Ma ciancio alle bande, ecco la ricetta:

  • 800g di patate dolci
  • 200g di piselli secchi
  • 400g di cavolo  nero
  • una grossa cipolla
  • 3-4 foglie di alloro
  • 2cm di alga kombu

Per insaporire (una volta impiattato):

  • un cucchiaino di miso
  • un cucchiaio di olio di canapa
  • una spolverata di gomasio
  • una spolverata di pepe nero

 

Per primissimissima cosa devi mettere a bagno i piselli secchi per una notte. Il giorno dopo, quando ti metterai a preparare la zuppa, scolali e mettili a bollire un una pentolona.
Fai un leggero soffritto di cipolla e mettilo insieme ai piselli.
Taglia le patate a cubetti piccolini, e il cavolo nero e mettili nella pentola(ona).
Ritorna con lo sguardo sulla lista degli ingredienti, e butta nella pentola le cose rimanenti.
Fai cuocere tutto a fuoco lento per almeno 1h.
Aggiungi dell’acqua, se necessario, a seconda dei tuoi gusti (a me le zuppe piacciono molto dense, quindi ne ho aggiunta poca).

Servila calda insaporendo con gli altri ingredienti riportati qui su!

PS: come tutte le zuppe, il giorno dopo è ancora più buona!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *