Loading...
Browsing Tag

soia

Tofu al cacao e paprika

Il tofu: quel panetto insapore che suscita avversione o attrazione a seconda dello stato psicofisicospirituale delle persone!

Personalmente lo trovo un alimento spettacolare proprio per il suo gusto neutro: sta bene sia con il dolce che con il salato, prende benissimo il sapore dei condimenti e.. è buono!
Bisogna solo saperlo cucinare.

Qui è in versione un po’ particolare: è stato cotto con del cacao amaro e della paprika (si, il cacao è buono anche salato, non solo dolce)

Ecco la ricetta:

  • un panetto di tofu
  • un cucchiaino di paprika forte
  • un cucchiaino abbondantissimo di cacao amaro
  • una spolverata di cacao nibs (questi sono buonissimi)
  • un cucchiaio di salsa di soia
  • un cucchiaio di olio di cocco

Taglia il tofu a cubetti e mettilo in una ciotolina inseme a tutti gli altri ingredienti. Mischia tutto e massaggia i cubetti ti tofu amorevolmente e delicatamente con le manine.
Quando il tofu si sarà colorato di rosso e marrone, buttalo in una padella calda e fallo saltare per qualche minuto.

Qui è stato accompagnato da dei semplici broccoli con gomasio e della mayonese di riso alla curcuma!

 

“Pancake” barbabietola, tofu e carota nera

Fame.
Hai voglia di qualcosa di dolce, ma non troppo dolce, qualcosa di un po’ particolare diverso dalle solite cose che sei abituato a mangiare.
Apri il frigo, vedi il solito pacchetto di tofu, la solita confezione di barbabietole sottovuoto e una confezione di carote nere che hai comprato qualche giorno prima con l’idea di fare “grandi cose”, ma che poi è svanita.
Nella credenza c’è il solito pacchetto di fiocchi di avena e il solito pacchetto di semi di chia.

Ok, mettiamo insieme “le solite cose” per creare qualcosa di “insolito”.

Chiamarlo pancake è azzardato, chiamarlo frittella sarebbe fuorviante; facciamo che lo si può chiamare con nomi di fantasia diversi a seconda della fantasia del momento.

Ingredienti (per una persona affamata):

  • una confezione di tofu
  • 200g circa di barbabietola
  • una carotina nera
  • due cucchiai di semi di chia
  • 50/60g di fiocchi di avena

Frulla la barbabietola, il tofu e la carota (aggiungendo un pochino di acqua per aiutarsi nell’operazione).
Quando hai ottenuto un composto omogeneo, continuando a frullare unisci i semi di chia e l’avena fino ad ottenere un composto della consistenza di una polpetta.

Lascia riposare in frigo per 15 minuti.

Scalda una padella e ungila leggermente (io uso l’olio di cocco perchè dona a tutte le cose un aroma eccezionale), quando questa è ben calda, versaci una cucchiaiata di composto e “spiattellala” affinchè assuma una forma vagamente rotonda (Giotto non è lì a giudicarti).
Metti il fuoco a fiamma bassa, copri la padella con un coperchio e fai cuocere per 3-4 minuti.
Una volta trascorsi, gira i simil-cerchi e fai cuocere ancora un paio di minuti sull’altro lato.

Io ho guarnito con dello yogurt di soia, altri semi di chia e cannella!

Pesche al forno con tofu

Questo è un dolcino rapidissimo, perfetto per un’occasione last minute!

Ingredienti (per due persone):

  • due pesche noci
  • un panetto di tofu
  • un cucchiaio abbondante di tahin
  • un cucchiaio di malto di riso
  • 4 prugne secche
  • 4 chiodi di garofano

Facilissimo: innanzitutto preriscalda il forno a 180°. Una volta caldo inforna le pesche tagliate a metà e private del nocciolo.

Nel frattempo prepara il ripieno: sbriciola il tofu con le mani (o con una  forchetta, l’importante è che alla fine risulti ridotto in una pappetta granulosa), aggiungi il malto, le prugne secche tagliate a pezzettini, i chiodi di garofano e il tahin. Amalgama bene tutto.
Tira fuori le pesche dal forno (si saranno cotte un pochino), distribuisci il ripieno nelle quattro metà e se avanza qualcosa sentiti libero/a di finirlo con un cucchiaio (in modo molto furtivo, mi raccomando).

Rimetti tutto in forno per 20 minuti circa!

Da gustare o tiepidino o a temperatura ambiente con una buona tazza di tè nero!

Vegan cheescake al cocco, carote e grano saraceno

Questa ricetta è un poco più elaborata rispetto alle altre qui presenti, ma è pur sempre facile facile e al solito senza zucchero (e anche senza glutine)!

Prima di iniziare: la notte prima metti una lattina da 400ml di latte di cocco in frigorifero! Il giorno successivo, quando vorrai fare la ricetta, apri la lattina e separa la parte solida superficiale dalla parte liquida.

Suddividiamo la ricetta in due parti: la base e la crema!

Per la base:

  • 170g di farina di grano saraceno
  • 2 carote grandi grandi
  • la parte liquida (ovvero l’acquetta) della lattina del latte di cocco
  • 100g di yogurt di soia
  • un cucchiaio di stevia
  • un cucchiaio colmo di miele
  • un pizzico di bicarbonato + aceto per la lievitazione

Innanzitutto frulla le carote, l’acqua di cocco, lo yogurt, il miele e la stevia fino ad ottenere un composto liscio liscio.
Successivamente unisci al composto la farina e mischia fino a sciogliere tutti i grumi: il composto avrà una consistenza piuttosto densa.
Infine aggiungi il bicarbonato e l’aceto e gira finchè il composto si sarà amalgamato per bene.
Versa tutto in una tortiera (la mia era piccolina) e metti in forno a 180° per 45 minuti circa (vale la prova stecchino).
Dopodichè lasciala raffreddare!

Per la crema:

  • la parte solida del latte di cocco
  • 150g di formaggio vegano spalmabile (sostituibile con 90g di olio di cocco +60g di latte di soia + succo di un limone)
  • stevia secondo il grado di dolcezza desiderato
  • un pizzico di sale

In una ciotola mischiare molto bene tutti gli ingredienti aggiungendo mano a mano la stevia fino alla dolcezza desiderata.
Non ti preoccupare se il composto ti sembra un po’ liquido: in frigorifero si solidificherà parecchio!

Assemblaggio:

Con un coltello incidi un cerchio all’interno della base, lasciando dal bordo un margine di 1cm circa, poi con l’aiuto di un cucchiaio comincia ad asportare l’interno della torta: la missione è quella di creare uno spazio “stile crostata” in cui mettere la crema. Attenzione a non scavare troppo per non asportare anche il fondo della torta!
Ah, guai buttare gli “scarti”, divertiti a riciclarli con invenzioni creative!

Una volta creato lo spazio per la crema, versa il composto al suo interno e livellalo con un cucchiaio.
Lascia la torta per qualche ora in frigo e infine scatena la fantasia per decorarla nel migliore dei modi!

Barchette di avocado, tofu, radicchio e senape

Questa ricetta è perfetta in questi giorni di caldo, quando la voglia di accendere i fornelli è poca, magari non si ha nemmeno tanto tempo, ma al contempo si ha voglia di qualcosa di sfizioso, sano e nutriente!

Ingredienti:

  • un avocado maturo
  • un panetto di tofu
  • un cucchiaio di salsa di soia
  • un cucchiaio di aceto di mele
  • un cucchiaino di senape (forte forte)
  • una spolverata di pepe di cayenna
  • una spolverata di aromi secchi (basilico, timo, rosmarino e origano)
  • radicchio

Innanzitutto riduci a purea con una forchetta la polpa di avocado in una ciotola, per aiutarti aggiungi la salsa di soia, l’aceto di mele e la senape. Alla pappetta ottenuta aggiungi gli aromi, il tofu tagliato a cubetti piccoli piccoli e il radicchio tagliato a striscioline sottili.
Mischia tutto molto bene, e gusta felicemente questo piatto sfiziosissimo!
Per un pasto completo puoi accompagnare il tutto con qualche fetta di pane integrale!